In Toscana prezzi in aumento del 1,2%

Prezzi in aumento in Toscana nel 2018 con l’indice (NIC) che si attesta su un + 1,2%. In particolare aumentano bevande alcoliche, energia elettrica e servizi energetici, mentre diminuiscono istruzione universitaria, apparecchi telefonici, prodotti e apparecchi medicali. Sono alcuni dei dati elaborati dal settore “Sistema informativo di supporto alle decisioni. Ufficio regionale di Statistica” della Regione, che aggiorna e diffonde, sulla base degli ultimi dati sui prezzi al consumo nel 2018 diffusi da Istat, le serie storiche regionali con l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (indicatore NIC), che misura l’inflazione considerando tutti i beni e servizi acquistati dai consumatori.
Gli indici dei prezzi al consumo per aree di prodotti (divisioni di spesa) indicano, in particolare, un aumento, rispetto al 2017, dei prezzi di bevande alcoliche e tabacchi (+3,8% in Toscana, +2,9% in Italia), per abitazione, acqua, elettricità, gas e altri combustibili (+2,8% in Toscana, +2,5% in Italia), soprattutto per l’aumento dei prezzi per energia elettrica, gas e altri combustibili e per trasporti (+2,7% in Toscana e in Italia).
Diminuiscono, invece, i prezzi per istruzione (-12,6% in Toscana e in Italia), soprattutto per il calo delle spese per l’istruzione universitaria e quelli delle spese per le comunicazioni (-2,8% in Toscana, -3,0% in Italia), per la diminuzione dei prezzi di apparecchi telefonici e fax e, in misura minore, i prezzi di servizi sanitari e per la salute (-0,4% in Toscana, -0,1% in Italia), soprattutto per la contrazione dei prezzi di medicinali, prodotti farmaceutici, attrezzature e apparecchiature medicali.
Fonte: Toscana Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *