Vittorio Sgarbi vuole portare il ministro Bonisoli a Volterra per mostrargli il graffito di NOF4

Vittorio Sgarbi ha recentemente incontrato a Lucca, dove è stato inaugurato il Museo della Follia, da lui curato, Claudio Grandoli referente dell’associazione Onlus di Volterra “Inclusione, Graffio e Parola”.
La Onlus volterrana si occupa della conservazione del graffito realizzato da un ex ospite dell’ospedale psichiatrico, Fernando Oreste Nannetti, più conosciuto come NOF4, che fu ricoverato al reparto Ferri tra il 1959 e il 1969. Qui, con una fibbia realizzò un graffito nel quale riportò le sue “visioni” tra dischi volanti e alieni. Il graffito è in parte conservato e in parte ancora attaccato alla parete esterna di quello che una volta era il cortile del reparto. Vittorio Sgarbi pare proprio che si sia “innamorato” di questa opera ed ha promesso che porterà il ministro dei beni culturali, Bonisoli a Volterra per mostrargli l’opera d’arte, oggi considerata tra le più importanti della così detta “Art Brut”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *