Liburna Terra: gara perfetta con Costenaro che segna il bis sugli sterrati volterrani

Una gara perfetta quella di Giacomo Costenaro e Justin Bardin che hanno fin dall’inizio preso le redini della gara e si sono aggiudicati per la seconda volta consecutiva la vittoria del Rally Liburna Terra, con la loro Skoda Fabia R5. Quattro prove vinte per il pilota vicentino, le rimanenti due sono state vinte dal duo francese Consani-Salmon (Ford Fiesta R5) che sono arrivati alla fine secondi assoluti a 23”5. Terzo gradino del podio, e secondo posto assoluto Raceday, per il veneto Marchioro, navigato da Dall’Olmo su Skoda Fabia R5 con la quale hanno preso confidenza, anche se si sono dovuti difendere dagli attacchi di Versace-Caldart e Battistolli – Cazzaro entrambi su Skoda Fabia R5. Questi ultimi si sono classificati quarti assoluti al loro esordio su una vettura moderna (prima avevano sempre corso con auto storiche). Quinto assoluto Cobbe – Turco che stanno sempre più prendendo confidenza con la loro Skoda Fabia. Fanari-Stefanelli (Skoda Fabia R5) in questa gara si stavano giocando la vittoria del Challenge Raceday Rally Terra e disputando una gara attenta hanno chiuso sesti assoluti, nonostante una foratura negli ultimi chilometri di gara, questa posizione è stata sufficiente per cogliere la vittoria assoluta del Raceday. Settima piazza per Massimo e Giovanni Squarcialupi con la Ford Fiesta R5 in una gara di apprendistato davanti al deciso vincitore di Gruppo N Rigo-Angeli che con la Mitsubishi Lancer Evo IX ha colto l’ottava piazza davanti ai locali Feti-Fabbri su analoga vettura, ma di gruppo R. Chiudono i top ten i sammarinesi Vagnini-Baldazzi che si aggiudicano anche il titolo Raceday Due Ruote Motrici con l’usuale Renault Clio R3. Gli sloveni Peljhan-Car invece su Mitsubishi Lancer Evo IX hanno guadagnato l’undicesima piazza assoluta riuscendo così ad aggiudicarsi il proprio raggruppamento nel Raceday.  Il giovanissimo Oldrati si aggiudica l’Under 25 oltre che la numerosa classe R2B con la Peugeot 208 affiancato alle note da De Guio oltre che arrivare dodicesimo assoluto. Succi e Graffietti si aggiudicano il gruppo A con la spettacolare BMW M3. Sfortuna per Versace che lottava per il podio assoluto ma attardato da una foratura nell’ultima PS che lo ha pesantemente retrocesso.
Tra le storiche nella prima edizione del Liburna Terra Storica dominio di Mauro Sipsz con accanto la navigatrice mondiale Fabrizia Pons con la sua ammiratissima Lancia Rally 037 che ha preceduto Pelliccioni-Cavalli su Ford Escort RS e terzo gradino per Falcone -Ometto con la Lancia Delta. Da rilevare la bella gara tra le storiche di settantasettenne Falchetti che con Mischi ha concluso con soddisfazione la Liburna con la usuale Alpine Renault A110. Una gara apprezzata da tutti i partecipanti per le belle strade bianche scelte, soprattutto la PS Ulignano, con il suo percorso altamente tecnico. Ringraziamento finale sul palco da parte degli organizzatori per l’ospitalità ricevuta dalla cittadinanza e dalla amministrazione sia di Volterra nella splendida cornice di Piazza dei Priori che di Peccioli dove  è stato ospitato il funzionale e pratico Parco Assistenza.
Nella foto di RaceEmotio: Costenaro-Bardin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *