Visibilità sempre maggiore per i luoghi simbolo di Volterra

E’ online il sito del Comune di Volterra dedicato all’Art Bonus all’indirizzo www.comune.volterra.pi.it/artbonus/home.  Dall’11 aprile i progetti di riqualificazione e valorizzazione del patrimonio culturale della città etrusca saranno inseriti e visibili all’interno di una piattaforma comunale, progettata per funzionare in parallelo con la piattaforma già operativa artbonus.gov del Mibact.

«Investire sullo strumento dell’Art Bonus è strategico per più motivi – dichiara il sindaco Marco Buselli – . Oltre al lato economico, si crea una consapevolezza diffusa, che è indispensabile per un patrimonio culturale come il nostro. Il gioco di squadra fra gli assessorati crea infine le condizioni ideali per vincere questa sfida»

Il sito servirà per dare una più ampia visibilità a Palazzo dei Priori, l’Acropoli e il Teatro Romano, ma anche a progetti espositivi e di natura artistica come la grande mostra sul disegno dell’alabastro (a cura di Irene Taddei) e la riqualificazione del sottopasso di San Francesco con un intervento dell’artista Stefano Tonelli.  Un lavoro portato avanti negli ultimi mesi di concerto dagli assessorati alla cultura e al turismo, e dai rispettivi uffici, con la preziosa collaborazione del CED del Comune di Volterra.

«Sono felice di vedere nascere questa piattaforma, strumento di visibilità del nostro territorio anche da un punto di vista turistico – aggiunge l’assessore al Turismo Gianni Baruffa – All’interno del sito tanti progetti che raccontano al cittadino e al turista il nostro patrimonio, e soprattutto le azioni necessarie alla sua riqualificazione verso il perseguimento del bello. Con il vantaggio di detrazioni fiscali fino al 65% proprio a quei privati e/o aziende che decidono di donare per il suo mantenimento, valorizzazione e sviluppo».

Il nuovo sito nasce quindi per sviluppare strategie e opportunità offerte dall’Art Bonus nell’ottica della costruzione di nuove forme di partnership pubblico-privato, per conoscere in dettaglio le agevolazioni fiscali previste ed i progetti finora finanziati. Il sito, gestito direttamente dal Comune di Volterra, è stato voluto fortemente dall’amministrazione e creato da Dedagroup Wiz di Bologna.

«Art Bonus è uno strumento potentissimo di collegamento tra il pubblico e il privato – sottolinea l’assessore alla cultura Eleonora Raspi – Va oltre la semplice sponsorizzazione, in quanto si sviluppa dal principio che il bene culturale, sia esso materiale o immateriale, sia sostenuto ed “adottato” da tutti i cittadini. La cultura è uno dei motori principali del nostro territorio, sia per il suo alto valore morale e sociale, ma anche per il suo valore economico. Un’amministrazione, così come un privato cittadino e/o un’azienda del resto, è veramente illuminata nel momento in cui mostra consapevolezza di questo semplice fatto e lo rende proprio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *