Marzio Innocenzi spiega il motivo del suo ritiro da candidato sindaco

Dopo il suo ritiro da candidato sindaco Marzio Innocenzi aveva preferito tacere. Non un commento non una spiegazione. Ora a distanza di tempo, dopo che il suo nome è apparso tra i candidati nella lista UPV, quello che doveva essere il candidato “leghista” esce con una lettera con cui spiega le motivazioni del suo “passo indietro”. Ecco cosa scrive il dottor Marzio Innocenzi: “Facendo seguito a notizie non proprio esatte pubblicate che mi riguardano, tengo a precisare che il candidato presentato dalla Lega a Volterra, il sottoscritto, ha rinunciato ad una sua lista personale per le elezioni a sindaco per vicende soprattutto interne al movimento locale. Da simpatizzante della Lega, ma mai tesserato o avvicinato ai rappresentanti locali effettivi, ho notato che l’attività politica locale di tale gruppo è sempre stata molto assente dalle scene. Tale assenza evidentemente rifletteva una situazione statica e non condivisa né localmente né tantomeno a livello più alto. L’invio a Volterra di un Commissario di partito ha avuto la sua motivazione in questo. Il tentativo di creare unità e condivisione è culminato nella mia nomina, ma è stata effimera per il riaffiorare delle divisioni interne alla Lega, non per la mancata o scarsa aggregazione di altri movimenti o partiti. Indispensabilmente – prosegue Innocenzi – dovrà essere un grosso lavoro di rifondazione del movimento Lega a Volterra nel prossimo futuro. Conseguenza è stata quella di confluire nella lista Civica Uniti per Volterra per non perdere o disperdere la parte di elettorato che si riconosce in Lega e che non vuol fare regali alle altre liste più o meno di sinistra esistenti, con voti non confacenti o con assenteismo. In UPV porteremo tutte le energie possibili ed utili per Volterra e per i Volterrani. Ci aspettano – conclude infine il dottor Innocenzi – quindi cinque anni di lavoro, come attori o al peggio come consiglieri di minoranza, ma sempre con gli stessi ideali ed obiettivi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *