La scomparsa di Andrea Camilleri

Giorno tristissimo per l’Italia, per la cultura italiana, per tutti noi: Andrea Camilleri si è spento stamattina, alle 8.20, all’ospedale Santo Spirito di Roma. Lo ha comunicato “con profondo cordoglio” la Asl Roma 1. “Le condizioni sempre critiche di questi giorni – si legge nella nota riportata dalle agenzie di stampa – si sono aggravate nelle ultime ore compromettendo le funzioni vitali. Per volontà del Maestro e della famiglia le esequie saranno riservate. Verrà reso noto dove portare un ultimo omaggio”, conclude la Asl.
Sono pochissimi gli scrittori veri che, oltre a diventare popolari per i loro libri, riescono ad essere amati anche come personaggi. Andrea Camilleri, morto a 93 anniera uno di questi e ha usato questa sua forza mediatica per raccontare di sé e del suo amato commissario Montalbano, ma soprattutto per intervenire sul sociale, per cercar di far arrivare ai suoi lettori, che sono tantissimi, alcune idee base di democrazia e eguaglianza e dignità che sapeva bene oggi purtroppo non sono più da dare per scontate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *