Traffico rifiuti elettrici verso Nigeria, Noe denuncia 3 persone. ‘Scarti’ provenivano dalle Asl

Sequestrato dal Noe dei carabinieri di Firenze un container pieno di rifiuti elettrici ed elettronici pronto per essere illegalmente spedito in Nigeria. I rifiuti erano stati illecitamente raccolti in Toscana e anche nel resto di Italia per un valore stimato di circa 450 mila euro. Tre persone sono state denunciate. Sono un italiano, titolare di impresa individuale che, senza autorizzazione, reperiva e raccoglieva apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso e completamente inservibili, e due venditori ambulanti nigeriani, marito e moglie, residenti in Toscana in modo stabile. Raccolti strumenti elettromedicali, lavatrici, frigoriferi, stampanti e computer, tutti materiali dichiarati fuori uso da Aziende sanitarie locali (Asl). Quindi li avevano stoccati per smaltirli in Nigeria senza seguire le corrette procedure ambientali. Nella stessa operazione sono stati sequestrati pure documenti con false dichiarazioni dove per sviare i controlli alla Dogana si attestava il trasporto di banali masserizie.
Fonte: Ansa Toscana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *