Gita in barca per i pazienti della REMS di Volterra

Otto pazienti ricoverati alla REMS di Volterra e cinque operatori, hanno partecipato ad una giornata speciale in barca. Tutto nasce dall’impegno e dall’iniziativa del nonno di uno degli ospiti della REMS che, come negli anni precedenti, è riuscito a coinvolgere i membri del Circolo Nautico del dopo Lavoro Ferroviario e della Lega Navale. I membri delle diverse associazioni hanno messo a disposizione le proprie imbarcazioni ed hanno organizzato un tour guidato, partito da bocca d’Arno a Pisa, e proseguito lungo tutto il litorale del Parco Naturale di S.Rossore, effettuando una sosta davanti al lido di Marina di Vecchiano. La sosta ha permesso a tutti di godere di un bagno in mare, fino alla conclusiva visita del porto di Viareggio. Il pranzo al ristorante della Lega Navale ha chiuso la giornata.

“Tutti i pazienti hanno riferito di aver provato fortissime emozioni”. Affermano gli operatori. “Chi non era mai salito su una barca, chi non vedeva il mare da vent’anni, chi si è commosso di fronte ad un piatto di pasta allo scoglio”. “Un ringraziamento particolare per la disponibilità e la gentilezza, alle persone che ci hanno ospitato e che hanno rappresentato la materializzazione dell’arma utile a combattere il doppio stigma (sia riguardo gli aspetti psichiatrici sia a quelli giuridici) che i nostri pazienti, e di riflesso noi, viviamo quotidianamente”.

Ricordiamo che l’equipe multi professionale della R.E.M.S., coordinata dal dott. Alfredo Sbrana, ha il compito di realizzare un Progetto Terapeutico Riabilitativo Individualizzato, in collaborazione con i servizi sanitari territoriali, in modo da migliorare le capacità adattive della persona e grazie al quale rendere possibile l’approvazione, da parte del magistrato di sorveglianza, la dimissione verso il territorio di appartenenza.

Ufficio Stampa Usl Nord Ovest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *