“Per Volterra” e “Uniti per Volterra”, l’Azienda ASL Nord Ovest fa finta di non capire.

La nostra sfiducia al direttore Luca Nardi, non è certamente una richiesta di licenziamento o una intromissione nel regolare contratto di lavoro.
Non nascondiamoci dietro un dito: il dottor Nardi ha cambiato più volte la sede nella quale svolgere le stesse funzioni, anche in Asl diverse, basti pensare che fino a pochi anni fa era all’Ospedale di Empoli. La direttrice Casani dovrebbe invece preoccuparsi di rispondere ai motivi che ci hanno spinto a chiedere la sua rimozione, anzichè nascondersi dietro un formalismo mal interpretato. Pare che sia grazie alla fiducia della Dottoressa Casani che Nardi si trova presso gli Ospedali di Volterra e di Pontedera, ma nessuno ha risposto alle lacune che lo stesso Nardi ha causato all’efficenza del nostro Ospedale.
Noi del resto stiamo ripetendo quanto la maggior parte del personale sanitario, anche medico, sta dicendo da anni: ovvero che l’operato di Nardi non è funzionale al buon andamento del nostro Ospedale, piuttosto il contrario.
Non possiamo continuare a vedere il nostro S. Maria Maddalena abbandonato, con una guida distratta e poco attenta alle necessità dei cittadini, in favore, evidentemente, di altre strutture. Pertanto proseguiremo con la nostra sfiducia, in quanto Nardi pare non gradito anche a molti medici, pazienti, ma sopratutto alla cittadinanza dell’Alta Val di Cecina. La dottoressa Casani ha tutti gli strumenti per informarsi se gli argomenti che stiamo portando hanno fondamento.
A lei adesso la scelta.
Roberta Benini, Paolo Moschi

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *