Gara motociclistica Saline-Volterra XII Coppa Città di Volterra

Siamo alla quinta edizione della gara motociclistica valida come PROVA del CIVS (Campionato Italiano di Velocità in Salita) per motocicli moderni ed’epoca, nonché come prova del TROFEO NAZIONALE CRONO CLIMBER. Le difficoltà incontrate lo scorso anno non ci hanno impedito di rimettere, con fatica , in moto la macchina organizzativa e quindi l’11 e 12 Settembre si replica sul percorso della mitica gara Saline –Volterra. La gara quindi sta crescendo d’importanza così come l’impegno richiesto ma noi ce la matteremo tutta per offrire uno spettacolo di alto livello.
In pochi altri luoghi come Volterra si riesce a coniugare la storia con la passione in modo tale da creare un mix di sensazioni che inebriano i sensi e fanno venire la pelle d’oca dall’emozione. Per chi è un po’ avanti con gli anni è come tornare indietro nel tempo a respirare quelle magiche atmosfere che precedevano la gara e che per molti di noi sono state decisive per fare nascere la passione per i motori e per la moto in particolare, per più giovani sarà la scoperta di qualcosa di nuovo e fantastico.
Di gare motoristiche a Volterra si trovano tracce già nei primi anni del novecento: nel 1913 il “Circuito Motociclistico Toscano” che partiva e finiva a Livorno faceva tappa a Volterra, nel 1924 le moto tornano a Volterra per disputare il “Campionato Pisano”, nel 1925 viene organizzato il “Convegno Auto-Motociclistico Volterrano- Pisano”, passato l’orrore della guerra, nel 1946, il moto Club Pisa in collaborazione con l’Unione Sportiva Volterrana organizza una gara di regolarità sul percorso Pisa –Volterra definita “Campionato Sociale”. Varie gare si svolgono a Volterra in quegli anni e diversi piloti volterrani gareggiano sulle strade regionali, tristemente nota è la gara di Livorno del 1953 al ritorna dalla quale perde la vita, in un incidente stradale, Evandro Viti pilota a cui è intitolato il nostro MC. La prima gara, diciamo così, dell’era moderna, quindi più vicina alla nostra visione delle corse risale al 1970, con la disputa della prima “Targa Motociclistica Città di Volterra”, gara che andrà avanti fino al 1977. In questi anni sono stati numerosi i piloti che vi hanno partecipato, in alcuni casi hanno iniziato la carriera proprio sulla Saline-Volterra e poi sono divenuti famosi. Cito a memoria e quindi mi scuso già con chi lascerò fuori dall’elenco: Roberto Gallina, Augusto Brettoni, Pierluigi Conforti, Giuseppe Dal Toè (asso dei sidecar) Lorenzo Ghiselli (pilota a noi particolarmente caro), Fabio Biliotti, Marco Papa, ma ciliegine sulla torta sono state la partecipazione nel 1974,come sua prima gara, di Marco Lucchinelli che, per la cronaca, si classificherà all’ultimo posto nella classe 250 e che nel 1981 diventerà campione del mondo della classe 500 GP e la partecipazione di Pierpaolo Bianchi divenuto poi campione del mondo per tre volte.
Quest’anno la gara ha assunto una rilevanza tale da essere considerata una delle più importanti del campionato. Diversi nostri piloti saranno della partita: Andrea e Jarno Anichini, Lorenzo Meniconi, Andrea e Matteo Agnorelli, Paolo e Danilo Trafeli, Gianni Pagni, Mattia Calonaci ed il sempreverde Carlo Becuzzi.
La molla che spinge ad organizzare un evento di tale portata è, ovviamente, la passione. Da sola però non basta per questo dobbiamo doverosamente ringraziare: l’Amministrazione Comunale di Volterra che ci ha da sempre sostenuti nell’impresa, l’ANAS per i lavori di ripristino del manto stradale), la Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra per il contributo e tutti i negozi e le ditte che ci hanno sostenuto.
Quest’anno poi la manifestazione è nobilitata dalla realizzazione in alabastro delle coppe per i migliori tempi assoluti, le coppe sono state realizzate dall’artigiano Marco Ricciardi su progetto di due allieve del Liceo Artistico di Volterra Chiara Brown e Ludovica Gronchi, un grande ringraziamento va agli insegnanti ed agli allievi dell’Artistico che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa
Ma basta con le chiacchere, fuoco alle polveri, lasciamo rombare i motori e, visto che in passato ha portato bene, ripetiamo l’incitamento che viene dato alla partenza delle gare d’oltreoceano: “GENTLEMEN, START YOUR ENGINES!! .

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *