Incontri sulle eccellenze eno-gastronomiche di Volterra al Pisa Food & Wine Festival

Si è svolto a Pisa da venerdì 15 a domenica 17 ottobre, il Pisa Food&Wine Festival, la manifestazione organizzata dalla Camera di Commercio di Pisa che promuove le tipicità enogastronomice e il turismo del territorio pisano.
Numerose le aziende di Volterra che hanno partecipato a questa kermesse di successo.
Tra queste anche la Salina di Volterra che, in collaborazione con OpenPi Business Lounge, ha dato vita ad uno “Spazio Volterra” dove il tema conduttore è stata la valorizzazione del sale più puro d’Italia, attraverso incontri e proposte alimentari che hanno valorizzato le peculiarità e le caratteristiche di questo prodotto e del suo territorio.
“Volterra diventa ambasciatrice di un lifestyle attento alla salute e al benessere delle persone, attraverso l’esaltazione delle tipicità locali e la valorizzazione del rapporto tra alimentazione, salute e territorio” dichiara Viola Luti, assessora al Turismo del Comune di Volterra, intervenuta all’incontro di sabato che ha dato il via alle attività in calendario. “Dagli Etruschi ad oggi: sale di Volterra e altri sapori nel corso dei secoli”, questo il tema dell’incontro all’interno del quale Fabrizio Burchianti, direttore del Museo Etrusco Guarnacci, ha raccontato il profondo legame tra il sale e la storia di Volterra e della Toscana, attraverso vicende e lotte dove il sale ha avuto un ruolo di primissimo piano. Curiosità anedotti e verità in un racconto che ha coinvolto e incuriosito i partecipanti.
“A proposito di salute: benessere e alimentazione a tavola, condite con Sale di Volterra”, questo invece era il titolo del secondo incontro, tenutosi domenica pomeriggio, e condotto dalla nutrizionista Maria Assunta Fancelli che ha accompagnato gli ospiti in un viaggio affascinante alla scoperta delle peculiarità del sale e delle sue proprietà con consigli su come utilizzarlo al meglio all’interno di una alimentazione equilibrata. Un momento di approfondimento inconsueto e piacevole attraverso il quale la cultura del cibo avvicina le persone e le aiuta a comprendere l’importanza della qualità dei prodotti che ogni giorno introduciamo nel nostro corpo, aiutandoci ad esprimere il meglio di noi.

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *