Bibbona: “‘Estate in sicurezza’ partito sabato 13 il servizio di presidio delle spiagge libere”

La garanzia e la sicurezza di un effettivo distanziamento sociale attraverso un controllo puntuale e un presidio fisico dei punti di accesso alle spiagge libere.

BIBBONA – La garanzia e la sicurezza di un effettivo distanziamento sociale attraverso un controllo puntuale e un presidio fisico dei punti di accesso alle spiagge libere. Siamo uno degli unici Comuni che può garantire quello che credo sia l’unico antidoto alla diffusione del virus, e cioè il distanziamento sociale. E il nostro obiettivo – sottolinea il Sindaco, Massimo Fedeli – è proprio quello di offrire una spiaggia libera sicura, dove sarà possibile garantire il mantenimento della distanza sociale e trascorrere le giornate nella maniera più serena e tranquillamente possibile. Un impegno economico importante, che l’amministrazione ha messo sul tavolo con l’obiettivo di offrire ai cittadini e ai turisti che solitamente scelgono la frazione cittadina per le loro vacanze, la garanzia di una permanenza sicura”. Il servizio ‘Estate in sicurezza’ è partito sabato 13 giugno ed ha fatto registrare immediatamente la collaborazione di turisti e cittadini, consapevoli che l’emergenza sanitaria, che tutt’ora impegna le amministrazioni di ogni ordine nel contenimento del contagio, ha imposto che gli accessi alle spiagge, libere e in concessione, siano contingentati per garantire il distanziamento sociale e una vacanza in piena sicurezza.

L’amministrazione ha individuato, dunque, 9 accessi alle spiagge libere, ognuno dei quali sarà presidiato da un check-point, nell’ottica di evitare assembramenti all’ingresso, ai parcheggi e sulle spiagge. Per ogni spiaggia è stato calcolato, in base ai metri quadri, il numero massimo di punti ombra che ognuna potrà ospitare: la presenza degli operatori all’esterno delle spiagge libere è finalizzata proprio ad evitare che il numero massimo previsto per ogni spiaggia venga superato.

Al tempo stesso, gli operatori aggiorneranno la webapp delle spiagge libere della Costa degli Etruschi, offrendo una fotografia in tempo reale dell’affluenza all’interno di ogni spiaggia libera: in questo modo, gli utenti potranno scegliere in autonomia e senza creare assembramenti all’esterno di ogni punto di ingresso, dove trascorrere una giornata di mare in tutta tranquillità. La web app delle spiagge libere della Costa degli Etruschi è una pagina web che funziona perfettamente da cellulare ed è raggiungibile tramite QR-code o link all’indirizzo www.costadeglietruschi.eu/spiagge/. Questo innovativo strumento è disponibile da ieri, sabato 13 giugno, e fornirà a residenti e turisti tutte le informazioni utili per scegliere le spiagge libere in base al grado di affollamento, venendo a conoscenza delle caratteristiche di ognuna e delle condizioni del mare. La web app permetterà in modo facile e intuitivo di selezionare il singolo tratto di spiaggia, grazie a filtri aggregati secondo il comune, le caratteristiche o i servizi. Ogni spiaggia sarà inoltre collegata a una scheda descrittiva che fornirà informazioni di dettaglio e di approfondimento compresa la capienza. La webapp è strutturata, inoltre, per fornire gradi di affollamento: dal rosso (massimo affollamento) al verde (minimo affollamento), passando dall’arancione al giallo: questo vuol dire che l’utente può uscire di casa e conoscere in tempo reale il grado di affollamento di ogni spiaggia libera.

Il servizio di presidio sarà garantito dalle 8.30 alle 18.30 con l’impiego di oltre 50 unità di personale, divise tra coloro che controlleranno gli accessi (check-point) e coloro che saranno in spiaggia (spiaggia reporter) a verificare affinché vengano mantenute le distanze di sicurezza previste dalla normativa nazionale e regionale: i punti ombra sono stati calcolati ad una distanza di 16 metri quadri l’uno dall’altro, una misura superiore rispetto a quelle previste dalla legislazione per gli stabilimenti balneari.

All’esterno di ogni spiaggia sono state posizionate bacheche di colore azzurro contenenti i cartelli informativi sui quali è riporto il numero di punti ombra consentiti per ogni spiaggia. L’ordinanza firmata dal sindaco, Massimo Fedeli, prevede, inoltre, che non sarà consentito lasciare incustodita qualsiasi attrezzatura da mare, quali ombrelloni, sdraio, ecc.. e che gli operatori addetti al controllo provvederanno a segnalare l’eventuale presenza delle suddette attrezzature in modo da permettere la rimozione delle stesse. “Un impegno importante, sia dal punto di vista economico che di risorse umane impiegate, che permetterà quello che ritengo sia – sottolinea il Sindaco Fedeli – l’unico antidoto alla diffusione del virus, e cioè il distanziamento sociale. Sul territorio che amministro sono presenti ben 5 chilometri di spiaggia libera: da qui la decisione, dunque, di ideare e realizzare un sistema di controllo efficace ed efficiente per offrire ai tanti turisti che scelgono la nostra località balneare una permanenza in spiaggia serena, nel rispetto delle normative vigenti quali il distanziamento sociale e l’utilizzo delle mascherine, laddove prevista. Mi auguro – conclude Fedeli – che tutti coloro che continueranno a scegliere la nostra località per trascorrere le loro vacanze, siano consapevoli del fatto che sulle nostre spiagge libere, ben 5 chilometri di costa, è garantito un effettivo distanziamento sociale”.

fonte: Comune di Bibbona

 

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *