IHP, morti tre cavalli al centro di recupero di Tignano

Continuano i decessi misteriosi nel Centro di Recupero equino

Tre cavalli sono morti la scorsa settimana al Centro di recupero gestito da IHP (Italian Horse Protection) a Tignano, nel Comune di Volterra. Il primo decesso è avvenuto lunedì 20 ed ha riguardato una cavalla di 28 anni. Gli altri due decessi – in questo caso gli animali avevano 26 e 16 anni – si sono verificati nella giornata di mercoledì 22. Tutti gli animali morti erano apparentemente in buono stato di salute e la dinamica della morte ricalca quella delle precedenti, avvenute nel corso del 2019, le ultime ad ottobre.

A seguito di queste nuove morti è ripartito l’iter delle indagini previsto dal Protocollo per mortalità elevata a cura dell’Istituto Zooprofilattico di Pisa e della USL Nord Ovest, con il coinvolgimento dei Carabinieri (in quanto non è mai stata esclusa l’ipotesi di evento doloso).

Il Centro stava gradualmente uscendo dalla gestione emergenziale avviata con le morti di ottobre: il 20 dicembre all’IZS di Pisa si era svolto un incontro con consulenti di IHP, USL, Regione Toscana e Ministero della Salute dove era stato concordato un piano condiviso di reinserimento sperimentale al pascolo, avviato a gennaio.

Condividi l'articolo

1 Comment

  1. The very heart of your writing while appearing reasonable originally, did not settle well with me after some time. Somewhere throughout the paragraphs you actually were able to make me a believer unfortunately just for a very short while. I however have a problem with your jumps in logic and you would do nicely to help fill in all those gaps. If you actually can accomplish that, I could undoubtedly be fascinated.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.