I ragazzi dell’ITIS “A. Santucci” di Pomarance in visita alla Salina di Volterra.

All’interno del progetto SEI (Scuola E Impresa) la V ITIS ha visitato lo stabilimento produttivo gestito dalla Locatelli srl, società che gestisce le Saline di Volterra

Le moie, sorgenti di acqua salata, ai piedi del colle di Volterra sono state sfruttate per la produzione del sale fin dai tempi antichi; la salamoia raccolta riscaldata fino a completa evaporazione dell’acqua ottenendo sale purissimo. Anche oggi il sale di Saline di Volterra è noto per la sua estrema purezza.

Come le altre aziende dl territorio la Salina è un’eccellenza che ha superato momenti difficili grazie a continue innovazioni tecnologiche che l’hanno sempre fatta primeggiare sul panorama internazionale; fonti storiche del 981 parlano dell’interesse di Ottone II di Sassonia che chiamò in Germania alcuni salinatori di Volterra per insegnare agli abitanti di Halle la tecnica di lavorazione del sale. In questa località, o una materia prima del tutto simile quella di Volterra non riuscivano a produrre un altrettanto sale bianco, con il loro processo il sale prodotto assumeva un colore rossiccio. L’analisi del processo dei salinatori di Volterra si concluse con la sostituzione del materiale utilizzato sul fondo delle vasche di evaporazione tedesche (da Rame a Piombo) riuscendo a ottener un sale di primissima qualità.

Oggi le saline sono gestite dalla Locatelli srl che ha investito sul sito e in neanche dieci anni è riuscita raddoppiare la produzione degli anni in cui erano gestite da ATI SALE facendo delle continue migliorie e ottimizzazioni all’impianto esistente. Locateli è intervenuta anche per abbattere i costi energetici e ridurre e emissioni installando di gruppi a gas in cogenerazione.

Oggi come tutte le attività energivore ha visto un forte aumento dei costi di produzione, a causa degli aumenti del costo del gas seguito dell’invasione Russa dell’Ucraina e all’embargo imposto dal mondo occidentale alla Russia, che non è stato possibile ribaltare sul prodotto finale e producendo una drastica riduzione dei margini operativi.

Il prof. Bianchi ha fatto notare lo sforzo di Locatelli nella valorizzazione del Brand andando a realizzare una serie di prodotti che esaltano il Sale Purissimo di Volterra come importante ingrediente come nella birra al sale, nel cioccolato al sale e tanti altri.

La giornata è stata estremamente proficua per i ragazzi, si è passati dalla storia, alla tecnologia fino agli eventi di politica internazionale che di fatto hanno grandi impatti nei bilanci delle aziende ed in ultimo nella vita di tutti i giorni.

Il Prof. Luca Antonelli nel ringraziare l’ing. Maurizio Lenzi e Marco Marini (diplomato dell’ITIS di Pomarance) che hanno reso possibile la visita ha fatto notare agli studenti i molti spunti di approfondimento anche in vista dell’esame di stato.

 

 

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.